Le faq del Governo allentano la stretta sull’attività motoria all’interno della regione

05.05.20 - Riguardo la attività motoria permessa, tra le FAQ del sito del Governo, aggiornate il 2 maggio 2020, troviamo delle risposte che, più che essere dei semplici chiarimenti, cambiano parzialmente il senso del decreto in merito all'attività motoria, "allentando" le relative restrizioni.

LinkedInFacebookWhatsAppEmail

News 26

Come avevamo illustrato nell’articolo del 28.4.2020, dedicato agli spostamenti consentiti dal 4 maggio 2020, il D.P.C.M. del 26.4.2020 prevede che sia consentito svolgere attività motoria purché individualmente e a distanza interpersonale di almeno un metro, che diventano due per l’attività sportiva. L’accompagnatore è espressamente previsto, nel testo del decreto, solo per i minorenni o le persone non autosufficienti.

Nessuna previsione nel decreto sulla condizione della “prossimità dell’abitazione”, che non viene richiamata, ma neppure esclusa.

Tuttavia, nella sezione FAQ del sito del Governo, aggiornata nel tardo pomeriggio del 2 maggio 2020, troviamo delle risposte che, più che essere dei semplici chiarimenti, cambiano parzialmente il senso del decreto in merito all’attività motoria, “allentando” le relative restrizioni.

La precisazione sulla prossimità dell’abitazione e l’eccezione relativa ai conviventi

È espressamente eliminata la condizione di “prossimità dell’abitazione”: leggiamo chiaramente nelle FAQ che “Al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività.

Inoltre, viene introdotta un’ulteriore importantissima eccezione (che, diciamolo, risponde alle regole del buon senso) all’attività motoria “individuale”.

Il D.P.C.M. infatti prevede che l’attività motoria possa essere svolta esclusivamente da soli,   ammettendo la presenza dell’accompagnatore per i minorenni e le persone autosufficienti. Per tale motivo, con un’interpretazione letterale, dovrebbe essere esclusa la possibilità di svolgere attività motoria in compagnia, ad esempio, dei familiari conviventi.

Ma ecco la risposta alla FAQ che, sostanzialmente, modifica la limitazione del decreto: “Lattività sportiva e motoria allaperto è consentita solo se è svolta individualmente, a meno che non si tratti di persone conviventi“.

Dove e come possiamo svolgere attività motoria secondo le FAQ

Secondo tali chiarimenti, dunque, si può uscire da casa con le persone conviventi, per recarsi a svolgere attività motoria in altro territorio, purchè all’interno della regione e con le cautele già note (obbligo della mascherina e delle distanze di sicurezza, no agli assembramenti).

In via esemplificativa, si può andare con la famiglia (composta dai membri familiari conviventi) a svolgere attività motoria tutti insieme in bicicletta, o decidere di fare una camminata in montagna o al mare.

Possiamo essere sicuri di non subire sanzioni visto che il decreto non prevede questi allentamenti ?

Se da un lato la FAQ, per quanto pubblicata sul sito del Governo, non costituisce una fonte di diritto, dall’altro essa è pur sempre una indicazione istituzionale che, come tale, legittima il cittadino a fare affidamento su quanto ivi illustrato. 

Per tale motivo, riteniamo che qualora le Autorità preposte ai controlli dovessero procedere ad un’applicazione letterale delle norme del D.P.C.M., potrebbero sussistere i motivi per impugnare la conseguente sanzione, previo esame del caso concreto.

Avvocato Maria Novella Galizia Diritto di Famiglia, delle Persone e delle Successioni, coFounder Agoràpro
Avvocato Maria Novella Galizia Diritto di Famiglia, delle Persone e delle Successioni

Per ricevere periodicamente le nostre news nella tua casella e-mail,
iscriviti alla newsletter Agoràpro.

LinkedInFacebookWhatsAppEmail